• aldo segat studio label piano dei daini rosso 2aldo segat studio label piano dei daini rosso 2
  • aldo segat studio label piano dei daini rosato 2aldo segat studio label piano dei daini rosato 2

Aldo Segat Studio e le etichette Piano Dei Daini. Un’idea vulcanica.

Aldo Segat Studio firma l’immagine chiave delle nuove etichette di Piano dei Daini: la bocca del vulcano.

Piano Dei Daini è il nome di un’azienda vitivinicola arroccata sulle pendici del più grande vulcano d’Europa. Nelle contrade di Solicchiata e Passopisciaro, 8 ettari di vigne coltivate a Nerello Mascalese e Carricante hanno dato vita a due nuovi vini, l’Etna Rosso e il Rosato. Muretti a secco color antracite, natura selvatica e pura, terroir ricchissimo di minerali preziosi: ingredienti che rendono le uve coltivate qui particolarmente profumate e con un gusto unico, da cui nascono i due gioielli di Pianio Dei Daini.

Piano Dei Daini però è anche un’azienda famigliare amante dell’arte e profondamente radicata nel territorio; una cantina alla ricerca di un’immagine originale, di forte impatto eppure poetica, da utilizzare sulle etichette delle bottiglie. Aldo Segat Studio ha raccolto la non facile sfida: mediando tra la semplicità cristallina di un’intuizione e un trattamento a illustrazione ricco di colori e suggestioni, ha realizzato un concetto visivo potente e assolutamente originale.

La bocca del vulcano diventa una provocazione letterale, molto apprezzata dalla spiccata sensibilità artistica della proprietà di Piano Dei Daini. Una scelta capace di comunicare già in etichetta concetti di prodotto, istituzionali e di territorio: un gusto dalla personalità forte, cromìe di un paesaggio dominato da un vulcano imponente, originalità e capacità di andare oltre i luoghi comuni delle didascalie e dei deja vu.

Il concetto nasce inizialmente per il vino Etna Rosso, ma in Piano Dei Daini si decide subito di realizzare l’etichetta sorella per l’Etna Rosato: un viraggio cromatico che valorizza il prodotto mantenendo il family feeling tra i due prodotti della cantina.

Lascia un Commento